Psychologist

Ansia come un “must” contemporaneo

Sempre più persone soffrono di disturbi d'ansia; cerchiamo di capire come, professionisti della riabilitazione, possano attuare un trattamento sempre più efficace ed adeguato.

La "gioia" del Natale e come riabilitarla

A fine vacanze estive abbiamo pubblicato un articolo inerente la Summertime sadness e August Blues, ebbene, anche con l’avvicinarsi del Natale, ecco arrivare la Christmas Blues.

Sostanze d'abuso e salute mentale nei giovani

In questo articolo ci concentreremo soprattutto sulla tematica inerente l'abuso di sostanze e le conseguenze che questo apporta nei giovani, sperando di parlare direttamente ad un pubblico giovanile e garantire un'informazione adeguata e concisa.

Il "peso" dei social network

Abbiamo mai fatto caso a quante immagini di cibo, pietanze, ricette vediamo quotidianamente sui social? E quanti fisici scultorei? Quante nuove strategie di alimentazione? E se tutto questo avesse un peso per la popolazione? Numerosi studi dimostrano come i social siano legati alla comparsa di disturbi alimentari, soprattutto nei giovani.

E alla famiglia, chi ci pensa?

In vista del nostro prossimo corso di formazione, previsto per il 30 marzo 2019 Interventi psicoeducativi per il trattamento degli utenti psichiatrici e dei familiari, proponiamo un breve articolo con la speranza che sia da spunto per professionisti, per l'inizio di un trattamento adeguato, e dia coraggio e motivazione ai familiari di utenti psichiatrici nel chiedere aiuto e supporto.

I "bersagli" impensabili dello stigma

Ben noto è il concetto di stigma che spesso viene utilizzato nell'ambito della salute mentale. Ma quali sono le componenti dello stigma? Come si diffonde? E dove? Faremo questo piccolo excursus attraverso l'esame di informazioni raccolte e presenti in un interessante studio della nostra collega e socio Promind, la Dott.ssa Giusy Stella (1) .

Attività fisica e salute mentale

Abbiamo mai pensato all'attività fisica che praticano i nostri utenti? O meglio, gli utenti che seguiamo, praticano attività fisica? Quanta attenzione viene data a questa disciplina?

E se anche gli operatori sanitari facessero stigma?

Come promesso eccoci con la seconda parte della discussione inerente lo stigma. Avevamo affrontato questa tematica in un articolo di inizio mese e ci eravamo lasciati con degli interrogativi inerenti lo stigma all'interno delle equipe sanitarie, o meglio, atteggiamenti stigmatizzanti da parte di operatori sanitari.